---------------- ----------------

martedì 23 novembre 2010

Finalità e Formula

Ci sono un mare di cose da pensare per organizzare un evento, importanti e di dettaglio, legate le une alle altre, e si tratta innanzi tutto di capire quali sono le decisioni primarie da cui le altre dipendono (GANNT e PERT, anyone?). Bisogna individuare la formula che vogliamo adottare, lo schema della giornata, da cui dipenderanno le decisioni di dettaglio. Ma prima ancora capire che obiettivi vogliamo perseguire.

Come obiettivi avremo quello tipico del nerworking, e un particolare focus sul "mercatino", cioè chiederemo alle startup di indicare se sono in cerca di qualcosa in particolare (finanziatori, programmatori, pr, mentors, alleanze, ecc.) e pubblicheremo questa sorta di bacheca.

Studiando gli altri eventi in quest'ambito avevo iniziato a elencare alcuni aspetti da definire:

- Cosa deve avvenire nel corso della giornata? Avendo rinunciato al gioco di creare una startup, avremo delle presentazioni di esperti? Dei pitch? Del tempo per puro networking? Queste cose avverranno nello stesso spazio, come avviene agli StartupWeekend o negli incontri più informali a cui ho partecipato a Bologna e Milano, o in due spazi distinti, come a Mind the Bridge o a Working Capital?
Meglio la seconda che ho detto, per evitare che le due cose si disturbino a vicenda. Quindi vogliamo due spazi distinti con diverse caratteristiche: uno con sedie, microfoni e proiettore; l'altro stile bar (anche perché ci sarà il buffet).

- Gratis, come Working Capital, Mobile Monday, Innova Day, ecc., o a pagamento, come StartupWeekend, Mind the Bridge e altri? Preferibilmente gratis.

- Qual è il target? In particolare ci rivolgiamo a chi ha un'idea in testa e vuole parlarne con altri con simili idee, e magari a chi non ha nemmeno l'idea ma vuole sapere come si diventa uno startupper? O puntiamo su chi ha già lavorato a lungo sulla sua idea e magari costituito una società? A chi ha bisogno di pochi soldi o a chi cerca dei milioni?
Ci orientiamo a soddisfare soprattutto la parte bassa, cioè i progettisti che ancora non sono inquadrati. Anche chi è a uno stato più avanzato è il benvenuto, ma il programma non girerà intorno a loro come avviene ad esempio a Mind the Bridge. Quindi più Business Angels che Venture Capitalists, e i pitch saranno molto rapidi, più adatti a dire il concetto che a presentare le full features.

- Avere un elemento di competizione o meno? Quanto serio e quanto per gioco, che giuria (i presenti stessi o degli esperti) e che premi (di valore o nominali)?

E poi: che tavoli e che sedie? Buffet ricco, alla MtB e WC, o tramezzini? Ecc.

Nessun commento:

Posta un commento